Pereto (AQ)
Altri ritrovamenti

Home
Su


Blog

Archivio

Comune

Pro Loco

Universitą III etą

 

 

Nel giugno 1984 nel territorio di Pereto, in localitą Pič di Serrasecca vicino al Fosso di San Mauro fu rinvenuto un cippo votivo in calcare locale leggermente rastremato verso l'alto, con cornice modanata sui lati inferiori e recante un'iscrizione. Questa č tracciata su una delle sue superfici ed č malridotta, ma č stata reintegrata e sembra contenere una dedica alla dea Mens fatta da un Collegio di quattro magistri (magistrati) di condizione libertina; sia la tipologia del monumento che la paleografia e il formulario presente nell'iscrizione orientano per una datazione del cippo tra la fine del I secolo a.C e l'inizio del I d.C..

Il testo restituito č il seguente:

[---] Otat[ius]

 vac. Eros

 [---L]ollius Sedund(us)]

[---Di]dius Prim[us]

[--- ] Albinova[nus]

vac. Philoxen[us]

M(entis)

n(umini) d(ederunt).

 

traduzione

(",..Otatio...Eros,...Lollio Secondo,...Didio Primo,...Albinovanus... Filosseno hanno dedicato al Numen della Dea Mente'').

 

 

notizie che la gente del luogo racconta o si tramanda:

Trovata pietra squadrata vicino al campo sportivo.

Trovati mattoni ed impasto grossolano sempre al campo sportivo.

Alla colonnetta del sindaco manca la parte superiore.
La colonnetta č dedicata a Vespasiano:
(testo)Signore di potere primo fra gli dei Albino anus (forse nome di colui che dedicņ la pietra od ospitņ Vespasiano).
Scritture di tipo monumentale.
 

Trovato un piccolo cavallo di terracotta dato a Riccardo Vicari.

Trovati degli agglomerati tra Rocca e Civita (Albereto)

Fonte San nicola: trovati dei ruderi

Le vallette trovati dei ruderi

Colle della recignina fabbriche di case, forse chiesa

Sella c'era un acquedotto di cotto

Grotte si S. Binidittu, di Diamante (alla madonna) e della Rota longa

Valle quartarana trovato del vasellame in tomba. AI colli di valle quartarana in alto a sinistra ci sono tracce di insediamenti umani

 

Ara papa c'era la cappelletta di santo imperatore: doveva esserci una chiesetta iconoclasta (quella zona si dice econe)

Pelaena c'erano le casette di lavoro per lo scavo della pietra, sulla strada per villa romana trovate tre tombe in una rinvenuta un ampolla verde (trasportata al museo di chieti)

a pič sant'angelo c'era una fontana

Vicenna o vicenda seu cerque sgamolla (ARPA soccite 1667, pag 64)

Casino trovata una tomba

Valle noce trovate ossa

Palombara torre antichissima rasa la suolo

Portella ai sassi della torre inizia un cunicolo

U' Pastinu trovato un elemento proto-romano (villa rustica) del V sec. a.C.

 

Case Cotte o Casi Cotte: ci poteva essere un lazzaretto a cui poi č stato dato fuoco (ne parla pure don felice balla)
La tradizione racconta di un insediamento in questa area che fu distrutto da un incendio

cunicolo tra la grotta di san binidttu e la croce della madonnella: al suo inteno, a metą strada ci sarebbe stata una chioccia d'oro con i pulcini

 

 Torretta al prato di Rodolfo a Piromaro, localitą chiamata il sasso

fontanile a Piromaro

Sasso con una mappa delle strade di Piromaro a casa di Peppe

ai Cerri emergono tanti sassi squadrati e cocci

Forno vecchio perchč c'era un forno (mai trovato)


© 2001 - Disclaimer