Pereto (AQ)
Don Angelo Penna

Home
Su


Blog

Archivio

Comune

Pro Loco

Università III età

 

 

Nato a Pereto il 22 aprile 1917. Prese i voti religiosi il 28 agosto 1934 a Gubbio: diviene religioso dei canonici Regolari Lateranensi (congregazione dell biblista abate Giuseppe Ricciotti). Alunno del Vercelli in Roma presso il Pontificio Ateneo "Angelico", ora denominato Università di san Tommaso d'Aquino.

Divenne sacerdote il 23 giugno 1940 in Roma. All'epoca si era portato allo studio della lingua greca, ebraica e di altre lingue orientali. Per questo, con l'ausilio dell'abate Giuseppe Ricciotti, i superiori gli permisero di frequentare il Pontificio Istituto Biblico di Roma (1941-1944) dove si laureò con il grado di dottore delle Sacre Scritture. Non solo si applicò agli studi biblici, ma anche alla disciplina patristica e alla storia della religione cristiana.

Nel 1949 consegue il dottorato in Scienze Bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico.

La sua attività di studioso ha spaziato in vari campi: da qullo propriamente biblico (in particolare i libri Profetici) a quello Patristico (Girolamo, Agostino), a quello storico (storia del Cristianesimo).

Così fin dall'anno 1945 pubblicò un libro, "San Paolo" e poi "San Pietro, San Girolamo, Libri dei Maccabei, Isaia, Giudici e Rut, Geremia, Lamentazioni, Baruch, Deuteronomio, Storia del Cristianesimo, Figli della luce". Pubblicò anche una ventina di libri minori. Non si devono poi dimenticare una serie di commenti inseriti in varie enciclopedie.

Nel 1949 consegue il dottorato in Scienze Bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico.

Non solo fu scrittore, ma anche maestro.

Ottenuta la libera docenza in lingue semitiche (ebraico, siriaco, ..) insegna dapprima all’università di Bari per sei anni, e dal 1967 all’Università di Perugia.

Per breve tempo nella Pontificia Università Lateranense e per 25 anni in Roma nel Pontifico Instituto "Regina Mundi".

Fu socio della Pontificia Commissione Biblica e della Pontificia Commissione pro Neo-Vulgata ed ancora della Associazione Biblica d'Italia. Officiò il ministero per anni nella parrocchia di S. Agnese e successivamente nella parrocchia di San Eusebio all'Esquilino.

Vicario generale della sua congragazione.

Morì d'infarto alle 4.30 del 20 marzo 1981 in Perugia, presso il locale Policlinico.

Funerali svolti nella parrocchia di san Giuseppe in Via Nomentana.

Fu sepolto nel Cimitero del Verano in Roma, nella tomba della congregazione. Nel suo paese natale, fu posta una targa ricordo nel locale cimitero.

Il giorno 10 aprile  2011, il comune di Pereto ha intitolato a questo studioso la ex Piazza Dante Alighieri

L'amministrazione comunale ha deliberato l'intitolazione della piazza, mediante una delibera ed un allegato

A seguire le foto della inaugurazione della lapide toponomastica e di una presentazione svolta a seguire.

L'inaugurazione è avvenuta alla presenza di:

  • Giovanni Meuti, sindaco di Pereto
  • Damiana Meuti, sindaco dei ragazzi e delle ragazze di Pereto
  • don Bruno Giuliani, Abate Generale Canonici Regolari Lateranensi
  • don Ercole Turoldo, Canonici Regolari Lateranensi
  • Carlo Iannola, professore e ricercatore di storia locale

La lapide inaugurata è riportata di seguito

Nell'incontro è stato presentata la pubblicazione curata dal professore Caro Iannola e stampata dall'associazione Lumen (ONLUS):

Don Angelo Penna, Canonico Regolare Lateranense, Storico ed esegeta di Sacre Scritture


Opere pubblicate

Penna Angelo,  "San Paolo", S.I., Società Apostolato Stampa, 1946

Penna Angelo, "S. Gerolamo", Torino - Roma 1949

Penna  Angelo, "Principi e carattere dell'esegesi di S. Gerolamo", Roma, Pontificio Istituto Biblico, 1950

Penna Angelo,  "San Paolo", Alba, Edizioni Paoline, 1951

Penna Angelo,  "La lettera di Dio: presupposti di esegesi biblica", Brescia, Morcelliana, 1952

Penna Angelo,  "San Pietro", Morcelliana, Brescia 1954.

Penna Angelo,  "La carità in San Paolo", Roma, Pontificia Opera Assistenza, 1957

Penna Angelo,  "La religione di Israele", Brescia, Morcelliana, 1958

Penna Angelo,  "I profeti",  Roma, Edizioni Paoline, 1959

Penna Angelo,  "Brignanadda e il suo santuario", Cremona, Tip. Uggeri, 1959

Penna Angelo, "I figli della luce", Fossano, Esperienza, 1971

Penna Angelo,  "Amore nella Bibbia", Brescia, Paideia, 1972

Penna Angelo, "Storia del cristianesimo", Assisi, Cittadella editrice

  1. I primi due secoli, 1972
  2. Da Settimio Severo a Giuliano l'Apostata, 1973
  3. Quinto secolo, 1974

Penna Angelo,  "Il profetismo fra gli antichi semiti",  Roma, ELIA, 1973

Penna Angelo,  "La lettera di Dio: guida alla lettura della Bibbia", Brescia, Morcelliana, 1965 2 edizione riveduta e corretta


Traduzioni a cura di Penna Angelo

"Baruch",  Torino, Marietti, 1952

"Geremia",  Torino-Roma, 1952

"Libri dei Maccabei", Torino, 1952

"Baruch",  Torino, 1953

"Libri dei Maccabei", Torino-Roma, 1953

"Geremia", Torino-Roma, 1954

"Baruch", Torino-Roma, 1956

"Isaia", Torino, Marietti, 1958

"Giudici e Rut", Torino, Marietti, 1963

"Isaia", Torino - Roma 1964, ristampa

"Geremia, Lamentazioni, Baruch", Torino, Marietti, 1970 2 edizione riveduta e corretta

"Geremia, Lamentazioni, Baruch", Torino, Marietti, 1971, 2 edizione riveduta e corretta

"Deuteronomio", Torino, Marietti, 1976

 

 



Penna Angelo, "Catholic Encyclopedia", Città del Vaticano 1950

Penna Angelo, "S. Gerolamo", Torino - Roma 1953

Penna Angelo, "Isaiah", 1966

Penna Angelo, Le grandi religioni,  in "La legge dell'Ebraismo, la Famiglia".


Collaborazioni

La Sacra Bibbia, tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna, Piero Rossano, Torino, UTET 1963
    volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna

La Sacra Bibbia, tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna, Piero Rossano, Torino, UTET 1964, 2 edizione riveduta
    volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna

La Sacra Bibbia di Selezione dal Reader's Digest,  tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna e Piero Rossano, Milano 1968
    volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna

Storia delle religioni, fondata da Pietro Tacchi Venturi; diretta da Giuseppe Castellani, Torino, UTET 1970, 6 edizione interamente rifatta e ampliata
    Volume terzo: Penna Angelo, "La religione di Israele (Dalle origini alla distruzione del tempio)"
    Volume quarto: Penna Angelo, "La religione del Nuovo Testamento" e "Monachesimo"

La Sacra Bibbia, tradotta da Enrico Galbiati, Angelo Penna, Piero Rossano, Torino, UTET 1973, 3 edizione riveduta
    volume secondo: Libri sapienziali, Libri profetici / traduzione di Angelo Penna


Articoli
 

 


Notizie trovate su Internet

Trovo annotato su un sito di Internet in merito al Colleggio di S. Vittore in Roma, posto in Via Sette Sale, 24

L'edificio è costruito sui ruderi delle Terme di Traiano (resti dei muri si possono vedere nell'attuale cantina). Sembra che la casa e la chiesa (la cui facciata è ancora conservata) chiamate di " S. Lucia" o della " Purificazione", abbiano fatto parte del grande complesso di proprietà della canonica di S. Pietro in Vincoli prima della soppressione del 1870.
Tale complesso abbracciava, infatti, quasi tutta la zona dell'attuale parco del Colle Oppio e terreni adiacenti alla via delle Sette Sale.
Durante i lavori di sistemazione del " nuovo collegio" fu trovata nel giardino davanti alla casa una iscrizione latina di grande spessore, che ora si trova nell'atrio della casa. Essa è dedicata a D. Alfonso Puccinelli, ex-abate generale dei canonici regolari di San Salvatore o renani, il quale nel 1651 restaurò l'edificio.
Questo, evidentemente, fu riacquistato, dopo la soppressione, dalla canonica di S. Pietro in Vincoli.
D. Federico Fofi, abate generale dei canonici regolari lateranensi, destinò la casa di " S. Lucia" o della " Purificazione" a professorio e fece eseguire (dall'ingegnere Palozzi) vari lavori di adattamento (cucina, refettorio, biblioteca soprastante). Ma la cosa non ebbe seguito.
D. Carlo Egger, maestro dei professi a S. Pietro in Vincoli (1942-1946) si preoccupava anche lui del fatto che gli ambienti destinati ai professi in quella canonica erano insufficienti: si sentiva specialmente la mancanza di uno spazio per l'attività ricreativa.
Fatto priore di S. Pietro in Vincoli (1946), D. Carlo Egger, riprendendo - coi, l'approvazione della superiore autorità - il progetto dell'abate generale Fofi, si adoperò per liberare la casa affittata alle suore Minime del Suffragio, che vi tenevano una specie di pensione per signore.
Dopo laboriose trattative si riottenne la casa e si eseguirono lavori di ristrutturazione. Data la scarsezza dei mezzi, i lavori di adattamento dell'edificio si dovettero limitare allo stretto necessario.
I professi di S. Pietro in Vincoli di quel tempo, con lodevole spirito di sacrificio, rinunciarono alle proprie vacanze per lavorare come " manovali".
Finalmente nel 1949 si potè inaugurare il nuovo professorio: il rito fu presieduto da S.E. Mons. Luigi Traglia, allora Vicegerente di Roma.
Al nuovo collegio fu dato il nome di S. Vittore a ricordo della famosa abbazia di S. Vittore di Parigi, dove l'ideale canonicale: vita spirituale, liturgica, pastorale, culturale, ha avuto, in rara sintesi, la sua realizzazione più perfetta.
Durante vari anni, oltre ai professi lateranensi, vi dimoravano anche studenti di altre Congregazioni canonicali. Era veramente un collegio internazionale.
Nel 1953 si poterono eseguire lavori di ampliamento (un nuovo piano sopra la biblioteca) e di ammodernamento.
Non vi è dubbio che la presenza dell'abate Giuseppe Ricciotti e di D. Angelo Penna, tutti e due insigni studiosi, abbia dato prestigio al collegio


Trovo ancora questa notazione:

Studi linguistici in memoria di Angelo Penna; Rimini (Maggioli) 1983.  


© 2001 - Disclaimer